IL SANTO CRISTO PERSONALE – IL “SÉ (IO) SUPERIORE’


LA DIVINA PRESENZA DELL’ESSERE


Il Santo Cristo è il nostro mediatore tra lo Spirito di Dio e l'anima. Il Padre permette alla nostra vita libertà, ma non può partecipare della nostra vita quotidiana, dei nostri errori. Egli mantiene la progettazione della nostra purezza. Il nostro Padre che è nei cieli, è puro, È perfetto, È qualcosa che la nostra mente impura e sporca che vive qui sulla terra, non può nemmeno immaginare. Lui protegge la nostra identità eterea e divina. Egli ha creato un Angelo Custode, che è il nostro Santo Cristo Personale per essere il nostro intermediario.

Tutto che abbiamo bisogno dal Padre viene a noi attraverso questo Cristo mediatore e tutto ciò che facciamo del bene va al Padre per essere conservati nel nostro corpo causale attraverso questo Cristo stesso, nella qualità di Spirito Santo.

Se dovessi dare questa classe in un quarto d'ora, avrei scelto di parlare solo del sé superiore. Il Sé Perfetto. Lui è tutto per l'anima. Senza un esempio, nessuno raggiunge la perfezione del Padre. Lui è il nostro Guru agendo all'interno della nostra mente. È l'unico essere spirituale con chi veramente avremo bisogno di parlare affinché possiamo ascendere nella Luce. Come un messaggero tra noi e il Padre, se parliamo di qualcosa che non può raggiungere l'orecchio del Padre, Lui non Glielo porterà. Un esempio: quando qualcuno blasfema bestemmiando contro il Creatore.

Il nostro messaggero non prende tali parole al Creatore. Il nostro Padre sa che abbiamo qualificato male le energie, ma non lo sa  come. Immaginate poi, l'importanza del Santo Cristo Personale di ognuno di noi. Meno male che Lui è onesto e corretto. Soprattutto, ci ama e ci protegge. Il nostro grande amico.

Nella Tabella del vostro Sé Divino, Lui si trova tra l'anima incarnata e la Presenza IO SONO. Gesù è il più grande esempio di perfezione del Cristo incarnato che abbiamo. Gesù ci ha mostrato la capacità che abbiamo di essere perfetti agli occhi del Padre. Lui ci ha mostrato come avere la compassione per gli altri e l’autocontrollo mentale, emotivo e fisico. Lui cia ha dimostrato che possiamo negare il male e le sue offerte di corruzione. Questo è il secondo dei tre Corpi superiori è il corpo dell’ IO Personale, o Sè (Io) Perfetto. Questo è il suo "Angelo Custode", creato dalla Presenza IO SONO, per essere l'esempio di ciò che si dovrebbe diventare. Lui è stato fatto da Dio con il fine di prendersi cura di voi.

Il Cristo è un Angelo di Dio, modellato dentro l’aspettativa che Dio ha di noi. Dio aspetta che noi diventiamo perfetti, corretti, saggi belli, potenti, di beneficenze, un essere con tutte le qualità di un Dio. Il nostro Angelo Custode è stato fatto da Dio per guidarci alla perfezione dell'aspettativa che il Padre ha per noi. Questo è il nostro guida, seguiamoLo.

L'esempio da seguire. Il nostro insegnante. Lui è noi creato in forma divina dalla aspettativa che il Padre-Madre Divini hanno di ognuno di noi. Dobbiamo cercare l'unione con il nostro Santo Cristo Personale attraverso il corretto uso del nostro libero arbitrio. Questo è il matrimonio alchemico che deve precedere il matrimonio eterno delle Fiamme Gemelle.

Questo è il significato di Gesù affermare che Dio lo riconoscerà  come Suo Figlio. E la ragione di ciò è che Gesù è diventato la perfezione della propria guida, il proprio Cristo Personale, o Io perfetto, essendo così riconosciuto da Dio che può vedere soltanto la perfezione.

L'obiettivo principale di questo corpo, il Sé Superiore, è quello di guidare l'Io dell'anima dell'individuo alla Vittoria attraverso il chakra del cuore. Egli è il mediatore tra il la Presenza Io Sono e l'anima. La Vittoria qui significa soprattutto la perfezione della co-creazione con Dio, e, infine, l'ascesa dell'anima al piano etereo.

Ripetete dopo me:

"IL MIO CRISTO È LA MIA GUIDA E SE ESPRIME NEL MIO CUORE E NELLA MIA MENTE! "3x

Questa frase è meravigliosa, può e deve essere ripetuta più volte al giorno. Essa apre la connessione tra noi e la nostra guida amata di Luce, collegandoci con la sorgente della vita, giacché tutta la Luce che riceviamo dal Padre è per mezzo del Figlio, il Cristo mediatore, l'unico cammino al Padre, sia per riceverla dal Padre sia per renderla al Padre.

Molte persone hanno entità astrale come delle guide: Indiani, meticci, spiriti di amici e parenti defunti, tra gli altri. Queste entità agiscono al di fuori del corpo e non hanno idea di ciò che Dio ha preparato per loro. Il massimo che possono fare è avvertire delle cose che sono già in astrale, fisico, o quasi fisico. Loro falliscono nel dire ciò che il Padre e i suoi Angeli di Luce stanno per portare alla nostra vita.

L'unico guida vero della Luce, è il nostro Sé Superiore. Egli fa parte del nostro essere e l'immagine divina. Agisce nei nostri cuori e nelle nostre menti. È apparso fin dall'inizio della nostra vita. È l'estensione del Padre stesso.

Quando permettiamo un punto interrogativo sopra la nostra testa, questo significa che stiamo lasciando che il male ci faccia influenzare. Una domanda nella nostra mente dubbiosa o la mancanza di informazioni, dimostra che siamo soli e senza il nostro Santo Cristo Personale, cioè, senza la nostra guida e protettore.

Chi sa che esiste ll Cristo agendo nel proprio corpo mentale e cuore, non perde tempo con dei dubbi e delle illusioni. Quando abbiamo una domanda in mente, la dobbiamo consegnare al Santo Cristo, che è il nostro intermediario tra il nostro Padre e noi. Attendiamo la risposta che viene in mente o attraverso gli altri. È inaccettabile che dubitiamone.

Vi faccio un un esempio. Se stiamo parlando di una persona e lei ci fa un'offerta di un affari che conosciamo bene, la prima cosa che ci viene in mente è: Questo proposta è buona? Questa persona sta dicendo la verità? Queste sono domande al vento. Questo genera risposte al vento. Le risposte al vento sono dubbie perché fanno il nostro corpo mentale uscire in circa di risposte nelle menti vicini.

Quando ci mettiamo in dubbio, dobbiamo orientarlo immediatamente al nostro guida. L' Angelo Custode. È il messaggero che va al Padre verificare la veridicità della proposta, se Egli non se la sa già. Controlla non solo la verità ma anche se la proposta è in linea con il nostro piano divino. Il corretto è chiederGli mentalmente:

“Amato Santo Cristo, il mio Sé Superiore, questa è una buona proposta? Questa persona è corretta, sta dicendo la verità? Fammi vedere la verità su questo argomento!”

Quando si parla con Dio Padre, l'IO SONO COLUI CHE SONO, l'ideale è usare la parola parlata, perché la parola porta al fisico ciò che chiediamo. La Parola è fisica. Quando parliamo al nostro Sé Superiore, siamo in grado di utilizzare sia la parola come solo la nostra mente. Questo perché, con il Santo Cristo, cerchiamo la meditazione sul corretto, sulla volontà del Padre. Noi cerchiamo nell’ intermezzo di Dio, sapere di Lui se abbiamo capito ciò che Dio  attende da noi.

Anche se una proposta è buona ai nostri occhi e mente umana, può darsi che sia male agli occhi del nostro Padre. Non è sufficiente che l'obiettivo o la proposta siano buoni. È necessario essere nel proprio piano e nel del nostro fratello. Può darsi che un tizio dica:  "D'ora in poi vivrò ad aiutare i bisognosi. Sono molto ricco e ho deciso di fare il bene portando la guarigione e il benessere ai malati." Questa persona può stare agendo e pensando in modo sbagliato.

Può darsi che il loro piano divino sia completamente diverso. Se questo è vero, non aiuteranno le buone azioni. Tutto sarà destinato ad andare storto. Se fare del bene a determinate persone non sarà la volontà di Dio, di sicuro si starà a interferire nel piano divino dell’altro e non riuscendo a rispettare il proprio piano e quelli delle persone che sono in attesa della nostra presenza altrove. Complesso no?

Per ovviare questo problema, non dobbiamo mai accettare una proposta nello stesso giorno. Tutto ciò che viene a voi, ci è stato inviato da Dio o non. Se non è venuto da Dio, allora non ci serve. Portatiamo le proposte che riceviamo nel nostro giorno, verso l'altare. Facciamo riferimento al Santo Cristo e attendiamo la Sua risposta. Il male cerca sempre di costringerci a chiudere le offerte senza pensare. Immediatamente. Sembra di scherzare, il male vuole costringerci a pensare che senza la loro proposta, saremo perduti e senza qualsiasi altra opzione. Non è possibile limitare Dio. Accettare limitazioni nella vita, è limitare Dio.

Negate il male e le sue proposte strette e senza scopo. Dio ci dà sempre tempo per decidere. Ricordate che Cristo ha l'obbligo di fornire non solo l'insegnamento ma anche il sostegno. La sofferenza, il dubbio, il dolore, le tristezze, tutti i mali devono e possono essere consegnati a Lui.

Chi trattiene in sé i problemi, ne è responsabile. Non assumete ciò che non vi è dovuto. Cristo aspetta che Glieli date i vostri problemi. Fatelo!

Lo studio dei mudra esterni insegna che siamo in grado di chiedere al Santo Cristo di agire dall'interno del nostro cuore, incantesimi esterni al nostro corpo fisico, benedicendo a tutti e a tutto. Mettete la vostra mano sinistra sul vostro chakra del cuore, al centro del vostro petto e la mano destra in avanti. Poi dite in un tono forte e buona voce:

NEL NOME DEL MIO SÉ SUPERIORE, IL MALE È IRREALE E SUA APPARIZIONE È SENZA ALCUN POTERE.

Un'altra cosa importante a farci comunicare meglio con il nostro Cristo, è capire che le offerte venute da Dio in risposta alle nostre esigenze, arrivano sempre per la fornitura di tutto quanto ci è necessario. Tuttavia, è comune che Dio permetta che il male ci offra qualcosa che sembra che ci servirà, e nell'ansia di risolvere il problema,  accettiamo quello che non era proprio ciò che volevamo o addirittura che ci fosse abbastanza, in realtà, se avessimo consultato il nostro guida, avremo saputo che non quello era buono.

Un esempio: Siete alla ricerca di una casa per vivere. Avete il bisogno di quattro camere, ma ne avete trovato una con tre camere da letto che premendo abbastanza bene riuscirete a vivere. Il male prova a farvi accettare quella offerta come se non ci fosse nessun’altra. Se si accetta, di sicuro, si avrà milioni di problemi di tutti i tipi che si trovano nel pacchetto del male. Dei vicini cattivi, la lontananza del lavoro ecc .. Ogni volta che la vita vi offrà qualcosa, testate l'offerta nel fuoco dello Spirito Santo. Dite ad alta voce e a buon suono:

Nel nome del Padre e della Madre divina io consegno i miei problemi a Dio, (dire il problema); Amato Spirito Santo, bruci attraverso questo problema, di questo dubbio, di questa situazione NEL NOME DEL MIO Santo Cristo Personale. Voglio la purificazione tramite il Suo Spirito Santo, mi faccia vedere la verità e niente di meno che la verità del Padre. Amen.

Chiedete una prova che questa è la via da seguire. É molto comune esserci testati a prendere meno di quanto ne abbiamo bisogno, o forse, di più di cui abbiamo bisogno. Qui è il momento di riflettere e di avere il discernimento. Nessuno di loro ci aiuterà, né più, né meno, dobbiamo ricevere ciò che ci è dovuto e nient'altro. La proposta del nostro Padre, di solito non è la prima. Lui aspetta che abbiamo la pazienza e l'armonia, la tranquillità, la fede e il discernimento. Attendete il massimo per la perfezione del vostro Cristo, Egli è in attesa della vostra decisione.

Quando l'anima realizza il matrimonio alchemico con il Cristo e questo avviene ogni giorno, essa sarà pronta a ricevere il battesimo dello Spirito Santo che è la coscienza vivente delle dodici qualità della Mente Divina. Il Cristo è il vostro insegnante di queste dodici qualità. Viene a insegnarci tutto ciò che abbiamo bisogno di essere e di conoscere sulla potenza di Dio, l'amore di Dio, la Maestria di Dio, l'obbedienza a Dio, la Sapienza di Dio, l'Armonia di Dio, la Gratitudine a Dio, la giustizia di Dio, la Realtà di Dio, la Visione di Dio e la Vittoria divina di Dio. Egli è il vostro Guru. SeguiamoLo.

Il nostro Santo Cristo, il nostro Sé Superiore, é perfetto, ci chiede obbedienza ai suoi ordini e indicazioni. Vuole che pensiamo come Lui prima di aprire la bocca per prendere qualche decisioni. Ci chiede di riflettere prima di agire o parlare. SAGGEZZA significa padroneggiare la mente e i pensieri prima di parlare e di agire. Lui ci insegna a seguire il cuore prima di agire invece dell'emozione. Si può vedere oggi un sacco di gente mescolando il cuore con il sentimento, il che è sbagliato. Il sentimento è un impulso senza pensiero. Il cuore è quello che è prima del pensiero. Il Cristo se manifesta attraverso il nostro chakra del cuore per agire nella nostra mente.

Dio come Figlio, o Vishnu, è la Personalità Impersonale del Cristo, agisce in parte e non si fa coinvolgere emotivamente. Egli è il nostro maestro, la parola di Dio per noi. Vive solo per noi e niente altro Gli interessa che non trasmettere la consapevolezza della Volontà Divina alla nostra vita, il che dipende dalla nostra volontà di farlo accadere.

Lui è venuto a insegnarci a padroneggiare il nostro corpo mentale, e  aspetta di noi che siamo obbedienti alle Leggi di Dio e che manteniamo la nostra mente pura e armonizzata, rispettando gli altri e noi stessi, in conformità con la nostra coscienza in Dio. Egli non condivide di pensieri meschini, egoisti e malvagi. Il Suo potere su di noi è totale e non succede nulla senza que permetta. Ci guida, tuttavia, la decisione finale è sempre la nostra. È responsabile per guidarci in tutto quello che serve per completare il nostro dharma o piano divino. Non sarà più il nostro Angelo Custode quando saremo diventati perfetti come Lui, così, prenderemo il Suo posto per  essere accanto a Dio.

Agendo in parte, vale a dire, solo per noi, Egli è impersonale, il che significa che se dovrà punirci in modo che impariamo la lezione e ci teniamo sulla strada, lo farà, lasciando che il nostro karma ci insegni. Non ci farà del male ma può consentire che il nostro male lanciato agli altri ritorni verso di noi. Se non si passa questo teste, non si va avanti, avendo la necessità di ripeterlo con la frequenza necessaria, non importa quante vite ne avremo bisogno. Non c'è scampo dalla ruota della vita, il nostro dharma deve essere completato, l'unico cammino per il Padre è il Santo Cristo Personale.

Ad esempio, se abbiamo una cattiva abitudine che ci impedisce la crescita spirituale, in un certo momento il nostro Santo Cristo non ci permetterà più evolvere in nulla, a meno che obbediamo all'ordine di abbandonare quell’ abitudine. La ragione di ciò è che il piano divino non è compatibile, quel giorno in poi, con quell’ abitudine del male, o l'amicizia, l’atto o il pensiero, qualunque esso sia. Questo è chiamato “toccare il fondo“, dove non c'è più come andare sbagliando. Arriva un punto in cui il Padre celeste e la Sua guida santa smettono di dare la strada, si fermano di aiutaci. Fino a quando non risolviamo questo problema non si evolve, non ci saranno guadagni. È necessario rispettare le regole.

Questo è il vero discepolo, uno che segue le regole del maestro, il Santo Cristo Personale. Non serve a nulla chiedere niente a nessuno. Né agli Angeli né agli Arcangeli, né ai Maestri, né ai Santi. Tutti quanti farebbero soltanto quello che Il Santo Cristo Personale avrebbe permesso. Lui è il nostro Angelo Custode e Protettore. Anche i beni che si desidera fare, se non sarà dentro il piano personale, non libererà nessuno della situazione di malessere e di insoddisfazione. Anche se il male portasse tutto il denaro del mondo, si continuerebbe ancora triste e senza evolvere nella Luce. E la cosa peggiore è che la vita, non importa quante strade prenda, sempre porterà a quel punto di evoluzione il quale ciascuno era arrivato, e su quale la guida personale aspetta, sperando che ogni persona vinca le proprie cattive abitudini.

É importante ricordare che i nostri Fratelli Ascesi, come per esempio, Gesù, Saint Germain, Kuthumi, El Morya, tra altri, sono al livello del nostro Cristo, e possono essere invocati per guidarci nella Luce.  Qualsiasi altro tipo di comunicazione spirituale, è inferiore a questa. É inefficiente. È uno spreco di tempo. Nulla è paragonabile alla potenza rilasciata dal contatto con il Sé Superiore, il vero guida, che una volta invocato di intercedere nella vita, lavora nel potenziamento dei chakra e porta la perfezione delle benedizioni del Padre per il mondo.

Ricorda: è possibile comunicarsi con tutti nel piano etereo mentalmente, tuttavia, se uno ha già deciso e sa cosa vuole manifestare, dovrà utilizzare le parole e, se possibile, delle lettere scritte che dovranno essere bruciate davanti all’ altare personale in un rituale.

Un'altra cosa importante da dire è che se il pensiero resta positivo e a livello del Santo Cristo Personale e degli amati Maestri Ascesi, nessuno essere del male avrà accesso ad esso. La mente è inviolabile. I segreti personali e le conversazioni mentali con gli esseri elevati sono fuori dalla portata degli esseri che non si sono evoluti, come gli esseri astrali, i senza corpi, persone incarnate o anche degli stessi demoni.

Vittoria Sempre Alla Luce!
Paulo R. Simões -
www.eusouluz.com.br


Copyright © Paulo Rodrigues Simoes - 2004 - Tutti i diritti riservati - Autorizziamo la riproduzione dei nostri contenuti su altre pagine web per soltanto motivi di studio. Tuttavia, questo nostro lavoro è protetto dalla legge dei diritti d’autore, il che  ci riserva il diritto di richiedere i nomi degli autori e la fonte del lavoro utilizzato negli studi.

Nell’utilizzo dei nostri testi, indicate sempre il sito web - www.eusouluz.com.br.