IL POTERE DELLA PAROLA PARLATA – LA PREGHIERA E LA SUPPLICA


PREGHIERA è lo stesso di ORAZIONE

La parola “preghiera” sul dizionario brasiliano significa: Supplica mistica; orazione; richiesta istantanea; supplica.

La parola “orazione” sul dizionario brasiliano: L’insieme di parole che esprimono un pensiero completo; opera di eloquenza per essere pronunciato in pubblico; discorso; sermone; elevazione dell'anima a Dio; invocazione rivolta a Dio o ai santi; l’orazione.

La preghiera o orazione, è la ragione della richiesta di intercessione. Il testo o il motivo della chiamata. Si vede che non esiste nessuna preghiera, senza invocazione iniziale. Chi chiama un essere spirituale, deve dire perché l’ha chiamato.

Cerchiamo di essere precisi nelle nostre preghiere. Il messaggio deve essere completo e deve avere un inizio, una metà e un fine.

La preghiera o l’orazione è la ragione per la quale comunichiamo con gli esseri superiori nel piano etereo, così come Gesù, Gautama Buddha, Maria, Saint Germain ...

È in questo momento che dobbiamo mostrare la profondità della nostra anima, del fondo delle nostre emozioni, la ragione di essere rivolti agli esseri tanto evoluti. É qui che si capisce il perché Gesù ci insegna a non rivolgerci al Padre invano. Abbiamo bisogno di parlare con emozione.

Come orare / fare una preghiera?

1º - La preghiera richiede anche un’invocazione. Abbiamo bisogno di invocare l'essere spirituale di ascoltare la nostra preghiera. Controllate la lezione su invocazione.

2º - Meditate prima di richiamare un essere spirituale. È nella preghiera o orazione che spiegano a  Dio, agli Elohim, ai Maestri Ascesi e agli Arcangeli, il perché abbiamo bisogno di fare affidamento su di loro. È l’ora di parlare con il nostro Maestro scelto e spiegarGli perché abbiamo bisogno della Sua intercessione nella nostra vita, o nella vita di nostri fratelli.

3º - Ricordatevi di essere specifico quando in dettaglio dell'intera situazione. Fate una lista di cose che state chiedendo, elencandoli in ordine di importanza. É come se parlassi al presidente del proprio paese o dell'azienda per cui lavorate. Non possiamo banalizzare la nostra conversazione con i Maestri, esiste una gerarchia e i Maestri sono superiori, dobbiamo trattarli con riverenza, rispetto e culto.

Siate specifici:

Se lo volete aiutare a superare un esame all’università, dite tutti i dettagli: dove si terrà, a che ora, quale luogo, quale data, il nome del docente, la materia, ecc ..., siate il più specifico possibile.

Se volete una benedizione per un intercento chirurgico, dite in modo dettagliato: cosa, chi avrà un intervento chirurgico, dite il nome dell'ospedale, l’indirizzo, il nome e cognome del medico, l’orario dell'intervento e tutto quello che potete ricordare.

Nella preghiera, parliamo come avremmo parlato con qualcuno, quanti più dettagli, migliore. Anche se il Maestro sa esattamente quello che vogliamo dire, la legge richiede di essere il più specifico possibile.

4 - Visualizzate quello che state chiedendo. Visualizzate la propria vittoria. La sua visione aumenta notevolmente le probabilità di ricevere risposta in modo più rapido e di qualità.

Se state prendendo un viaggio, pregate, con i dettagli, che San Michele vi porti da un luogo all'altro in modo sicuro, nel frattempo, visualizze il proprio arrivo alla destinazione. Parleremo della visualizzazione in un'altra classe.

L’orazione è l' Amore Divino in azione! La compassione! Il servire!
Quando si prega, l'individuo non può mentire! Nemmeno a sè stesso!
La sincerità e la necessità deveno muovere la preghiera!
Si può e si deve pregare per gli altri e anche chiedere per preghiera per sé stesso!
Dio aspetta che noi preghiamo gli uni agli altri!

 

Vittoria Sempre Alla Luce!
Paulo R. Simões -
www.eusouluz.com.br


Copyright © Paulo Rodrigues Simoes - 2004 - Tutti i diritti riservati - Autorizziamo la riproduzione dei nostri contenuti su altre pagine web per soltanto motivi di studio. Tuttavia, questo nostro lavoro è protetto dalla legge dei diritti d’autore, il che  ci riserva il diritto di richiedere i nomi degli autori e la fonte del lavoro utilizzato negli studi.

Nell’utilizzo dei nostri testi, indicate sempre il sito web - www.eusouluz.com.br.


Utilizzate le preghiere per contattare gli Arcangeli, gli Angeli e i Maestri Ascesi

Un maggior numero di studi suggeriscono che la preghiera può "fare miracoli". Infatti, da migliaia di anni che in modo intuitivo e per esperienza la gente viene alla stessa conclusione. Nella Bibbia, in 1 Giovanni 5: 14-15, troviamo riferimenti alla efficacia della preghiera.

Ma che cosa è una preghiera? Una preghiera è una petizione devota rivolta a Dio, è una comunione spirituale con Dio e gli eserciti celesti, come, per esempio, la supplica, ringraziamento, adorazione o la confessione; una formula o una sequenza di parole usate in preghiera o indicati per questo scopo, petizione, richiesta.

È, in fondo, il mezzo di collegamento tra il piano fisico e gli altri piani di esistenza. Gli Angeli esistono. Esistono Arcangeli. I Maestri Ascesi esistono. Ma tutti quanti esistono in una frequenza e dimensione più elevate e diverse dalle nostre.

Quando si fa una preghiera sincera e con devozione, si apre una "porta" tra il nostro piano e il loro e, attraverso questo canale che è aperto mentre preghiamo, loro possono essere con noi e versano la loro Luce su di noi, e questo è il modo in cui loro possono aiutarci meglio.

La preghiera ad alta voce è più efficace della preghiera silenziosa.

Tanti gli Arcangeli come gli Angeli hanno già risposto alle nostre preghiere silenziose e ai nostri desideri di cuore. Ma si ottiene una risposta molto più potente se si fa la preghiera ad alta voce.

In Genesi 1: 3, è "E Dio disse: Sia la luce!". Questo è il modo in cui Dio inizia il processo di creazione dell'universo. Non ha meditato, ha detto. La Bibbia ha cominciato così forse per darci l'esempio che se vogliamo essere co-creatori con Dio, dobbiamo anche usare il discorso. Stiamo quindi parlando del potere del suono. Abbiamo tutti notato la potenza di certe canzoni di incidere noi positivamente o negativamente.

Attraverso il suono si può creare cambiamenti nel piano fisico: si può influenzare la salute dei nostri uditi, o da un bicchiere di cristallo, per esempio. Per secoli i mistici (un mistico è qualcuno che cerca il contatto diretto con Dio) dicono che il suono crea la materia, il suono è l'energia della creazione, e che tutto nell'universo - da una stella al più piccolo fiore - sono coagulazioni di suono.

Ma il suono da cui viene creato tutto non è un suono qualsiasi: è la Parola di Dio. Così si vede che i mistici indù, i buddisti e e gli ebrei credono che quella Parola crea e penetra tutto ciò che esiste. La parola è, quindi, la più potente forza creativa dell'universo.

I mistici dell'Occidente sono stati in grado di connettersi a questa forza e questo potere di creare, e sono diventati grandi illuminati, ripetendo i nomi di Dio e dei mantra ad alta voce. I mantra sono parole o una combinazione di parole sacre, spesso in sanscrito, che vengono recitate o cantate con il fine di potenziare l'azione dello Spirito di Dio nell'uomo.

I mantra d'Oriente, sono intonazioni sacri, sono una tradizione con centinaia di migliaia di anni, provenienti da sacerdoti e sacerdotesse della Lemuria.

Così si vede che la preghiera parlata è centrale in molte religioni del mondo: le preghiere ad alta voce e cantate sono fatte in molte chiese, in moschee e in dei templi in tutto il mondo. I cristiani pregano il Padre Nostro e l'Ave Maria a voce alta, e cantano anche bellissime canzoni a Gesù e alla Madonna; i buddisti tibetani recitano “l’ Om Mani Padme Hum”, per esempio.

Testo tratto dal libro (in blu) - Chiavi per il vostro progresso spirituale. Insegnamenti del Messaggero Elizabeth Clare Prophet.